I primi trent’anni dell’Unitre di Grosseto

GROSSETO –  La conferenza inaugurale dell’Anno Accademico 2017/2018, anno trentennale dall’istituzione dell’Articolazione Territoriale di Grosseto, sempre con particolare attenzione rivolta a temi di estrema attualità, è stata tenuta dal Dott. Mustafa Naser, Consigliere dell’Ambasciata Palestinese in Italia, sul tema molto vissuto e sofferto da quella popolazione: “L’ istruzione in Palestina”. Sono intervenute la Autorità cittadine, civili, militari e religiose e un pubblico davvero folto e molto attento nella splendida Sala Consiliare dell’Amministrazione Provinciale di Grosseto, concessa dal Presidente della stessa.
L’incontro ha destato un notevolissimo interesse e dibattito costruttivo e vivace, che ha perfettamente soddisfatto sia i presenti che l’oratore, che ha ringraziato, con particolare compiacimento e quasi commozione, della sensibilità dimostrata, in primis dall’Unitre grossetana per l’invito rivolto all Ambasciatore, ma pure dalle autorità e da tutti i presenti. Un anno iniziato davvero alla grande, come ha sottolineato la Dott. Olga Ciaramella Consigliere Provinciale e altri  autorevoli esponenti.
L’incontro che vede, ogni anno, riuniti Dirigenti, Docenti, Associati ad ospiti di rilievo per la festa degli Auguri di Natale, ha visto, quale protagonista, come si evince dalla locandina, il famoso Architetto Edoardo Milesi, rappresentante di livello mondiale nel

2e68c83
arch. Edoardo Milesi

campo della Bioarchitettura e dell’Architettura sostenibile, nonchè esperto di tutela paesistico- ambientale. Noto ed apprezzatissimo anche in Maremma, si devono a lui la progettazione e realizzazione del Monastero di Siloe, della famosissima Cantina di Colle Massari e più lo splendido Auditorium che accoglie concerti di fama mondiale, senza menzionare le numerosissime e validissime opere architettoniche all’estero. Il tema, comunque abbastanza complesso: “ Lo spazio delle cose. Le cose non sono, accadono” ha stimolato interventi estremamente costruttivi seguiti ad un’esposizione che ha allargato gli orizzonti su del tutto nuovi moduli interpretativi di fare architettura, attraverso una sensibilità di ricerca non comune, che l’Architetto Milesi sa invece esprimere davvero in maniera compiuta ed esaustiva. Il primo trimestre si è davvero concluso brillantemente e il 2018, anno durante il quale si concluderanno le manifestazioni che ricordano il 1° centenario della Grande Guerra, si è aperto con un incontro del tutto significativo: il Dott. Antonio Simone di Bologna, valido esperto in materia, anche proprio militare, ci ha intrattenuti sul tema: “Non dimenticateci”, in onore di tutti coloro che hanno sacrificato la propria esistenza per amor patrio in dura lotta ed estremi sacrifici. Noi “portatori della memoria” continueremo nel nostro intento e con questo tema concluderemo questo Anno Accademico, a trenta anni dalla fondazione: 1988-2018!!!

Prima-Guerra-Mondiale1-800x400-800x400

SESTO CALENDE – Errata corrige “Inchiostro d’Argento”

SESTO CALENDE – A causa di un errore di battitura riguardante la data di consegna dei testi per partecipare alla III Edizione del Concorso Letterario si precisa che il limite è fissato per Venerdì 30 marzo, entro le ore 12.

Chiunque volesse può scaricare il documento corretto direttamente dalla pagina del concorso.

Accedi alla pagina ufficiale del concorso

San Venanzo – Concorso di poesia e narrativa “Saverio Marinelli” IV edizione

SAN VENANZO – L’Unitre di San Venanzo (Terni), in collaborazione con la Pro Loco di San Venanzo e con il patrocinio del Comune di San Venanzo, bandisce la quarta edizione del Concorso di Poesia e Narrativa in memoria di Saverio Marinelli dal titolo: Concorso di poesia e narrativa “Saverio Marinelli”.

Il Concorso, nel ricordo di Saverio, è volto a promuovere tra i giovani valori di amicizia, solidarietà, rispetto dell’altro e gioia di vivere sui quali improntare il proprio stile di vita. L’obiettivo è suscitare il piacere della scrittura e della lettura mediante la poesia e il racconto, per vivere emozioni e sentimenti nuovi.

Saverio Marinelli era un giovane studente di San Venanzo (Terni), volato al cielo all’età di 19 anni per una grave malattia genetica. Era un ragazzo speciale con un sorriso stupendo, che amava la vita. In una intervista ha detto: “Nonostante le mie difficoltà sono felice. La vita è sempre un dono meraviglioso. Mi piace studiare, esco con gli amici, seguo la mia Juve in televisione e ascolto tanto i Coldplay ma anche i Queen”.

Saverio lascia a tutti un patrimonio di valori spirituali: forza di volontà, coraggio e soprattutto amore per la vita.

Il concorso, la cui partecipazione è GRATUITA, è suddiviso nelle categorie studenti e adulti ed è rivolto a tutti, soprattutto agli studenti delle Scuole di ogni ordine e grado. 

Regolamento Concorso quarta edizione 2018

Per ogni informazione telefonare al numero 075/875123 o inviare una mail all’indirizzo unitre_sanvenanzo@libero.it.

(il regolamento è consultabile anche sul sito del Comune di San Venanzo www.comune.sanvenanzo.tr.it e alla pagina facebook Unitre San Venanzo)

foto premio Saverio Marinelli