Tutti gli articoli di Redazione

Progetto “Per ricordare 1915-1918”

grande guerra rit2L’Associazione Nazionale Unitre intende ricordare i cento anni dell’entrata in guerra dell’Italia nell’ultima guerra risorgimentale. L’intento è quello di coinvolgere le Sedi locali in un progetto unitario di commemorazione che non siano mere celebrazioni di maniera, retoriche o storicistiche. In ogni paese d’Italia esistono testimonianze di questi uomini.

Dovremmo ricordare l’uomo sconosciuto e semplice, i nostri nonni, che con senso del dovere, hanno sacrificato le loro giovani vite per un ideale di Patria, spesso non compreso appieno. Si può degnamente ricordare riscoprendo le persone, piuttosto che i grandi eventi; rivelare che quegli eventi furono scritti sulla carne di migliaia di ragazzi, di uomini e donne.

E’ possibile far rivivere quei nomi scolpiti sul marmo, abbinandoli all’uomo in carne e ossa che cento anni fa dovette lasciare i suoi cari, la sua casa, i suoi amici per andare a combattere la Grande Guerra, per scolpirli nella nostra memoria.

Abbiamo un dovere morale e storico perché molti degli iscritti Unitre appartengono all’ultima generazione che ha potuto ascoltare direttamente dalla bocca dei propri nonni o genitori le storie di chi ha vissuto quel conflitto, e questo non è poco!

l risultati di questa ricerca verranno presentati nel mese di settembre con un incontro, aperto a tutti gli Associati Unitre, sui luoghi della grande guerra. In questa occasione, ogni Sede locale che abbia aderito al  progetto, porterà la propria esperienza e i risultati conseguiti.

Linee guida del progetto

 

Annunci

Torneo Nazionale di Burraco delle Unitre

L’Unitre Alto Orvietano ha organizzato un torneo nazionale di Burraco a cui sono
2000px-French_suits.svginvitate tutte le sedi della nostra associazione.
Coloro che fossero interessati ad avere notizie per quanto riguarda l’iscrizione e lo svolgimento del torneo, possono trovare il modulo d’iscrizione e il programma qui sotto, oppure ci si può mettere in contatto direttamente con la sede Unitre Alto Orvietano.
Potete trovare le modalità di contatto della sede al sito internet della sede.
Data l’eccezionalità dell’evento organizzato, l’Associazione nazionale ringrazia il Presidente della sede organizzatrice, Luciano Martelloni, e tutte le persone che hanno collaborato con lui per la realizzazione di questo bellissimo ed importante evento, a cui speriamo partecipano molte sedi locali.

Modulo domanda torneo nazionale di Burraco
Torneo nazionale di Burraco
Programma del Torneo

Ottima partenza della Decade Kantiana a Orvieto

Orvieto - decade kantianaGiovedì 3 dicembre la sala conferenze della Fondazione CRO in Palazzo Coelli era gremita di studenti e docenti di filosofia dell’ultimo anno delle scuole superiori della città. Il motivo della presenza era inconsueto: erano lì per parlare di filosofia, e la filosofia fuori dalle aule scolastiche difficilmente si incontra.
Ma l’occasione era davvero importante: era il primo di una serie di eventi con al centro il pensiero di Immanuel Kant, che a distanza di quasi tre secoli dalla nascita (1724) del grande filosofo mantiene e rinnova la sua fresca capacità di stimolare la riflessione sui temi che necessariamente comportano l’uso della ragione. Era il primo incontro della “Decade Kantiana”, lanciata in Germania dall’associazione degli ex parlamentari del Bundestag e dall’Accademia delle Scienze di Berlino e ripresa qui ad Orvieto, ad oggi prima e unica in Italia, dall’Unitre su proposta del prof. Franco Raimondo Barbabella. Così, il 3 dicembre di ogni anno, da qui al 2024, si terrà un incontro di approfondimento su un tema del pensiero di Kant con la partecipazione attiva delle scuole della città.
Dopo i saluti e l’introduzione del Presidente di Unitre Orvieto, M° Riccardo Cambri, hanno portato il loro saluto per il Comune di Orvieto l’assessore all’istruzione e vicesindaco dott.ssa Cristina Croce e l’assessore alla cultura dott.ssa Enzinella Martino, che hanno lodato l’iniziativa e auspicato che entri a pieno titolo fra le attività culturali più qualificate della città, per la validità in sé e per la sua portata in dimensione europea. Ha preso subito dopo la parola il Presidente Nazionale Unitre, prof. Gustavo Cuccini, che ha sottolineato con approfondite argomentazioni l’importanza dell’iniziativa anche nel quadro del particolare dinamismo della sezione orvietana dell’Associazione.
Entrando in argomento, dopo la presentazione da parte del prof. Barbabella del tema di quest’anno, “Attualità del pensiero di Immanuel Kant”, hanno svolto le loro relazioni il prof. Aurelio Rizzacasa, già docente di Filosofia morale all’Università di Perugia, e il prof. Luciano Dottarelli, docente di Filosofia nelle scuole superiori della provincia di Viterbo e Presidente del Club Unesco Viterbo Tuscia. Le loro relazioni, molto approfondite e documentate, hanno permesso di cogliere, con chiarezza e rigore concettuale e di linguaggio, la straordinaria portata del pensiero di Kant per il dibattito filosofico e culturale generale contemporaneo e la validità di un progetto come la “Decade Kantiana”, non dieci anni di celebrazioni ma dieci anni di occasioni per discutere dei temi del nostro tempo in un mondo che sembra voler continuamente sfuggire all’esercizio del pensiero razionale criticamente orientato.
Poi è stata la volta delle domande degli studenti e delle risposte dei relatori. Alcune domande erano preparate ed altre no, a testimonianza sia del lavoro di preparazione che ha coinvolto intere classi sotto la guida sapiente dei docenti, sia del coinvolgimento che è avvenuto in situazione e che si è ben sentito in sala per l’attenzione costante e continuamente ravvivata ad ogni passaggio significativo dell’evento. Le domande e le risposte hanno spaziato dal rapporto filosofia-scienza a quello tra assoluti, dalla cosmologia alla morale, dalla funzione della ragione nella lotta ai fondamentalismi e ai fanatismi alla possibilità di realizzare il liberalismo e l’idea di pace. Sia negli studenti che nei relatori si poteva leggere un interesse a ragionare e a capire in profondità con quella libertà di pensiero che piaceva tanto a Kant e che egli esercitava con i suoi studenti, come è stato opportunamente ricordato dal Presidente Cuccini nel suo indirizzo di saluto.
Ha concluso il prof. Barbabella, che riprendendo una sollecitazione dell’assessore Martino, ha proposto di coinvolgere studenti e docenti sia nel lavoro preparatorio del secondo incontro, quello del 3 dicembre del prossimo anno, sia anche nella scelta del tema da approfondire. Molti studenti e docenti hanno sentito il bisogno di ringraziare e di manifestare la loro soddisfazione; particolarmente felice anche il Presidente Cambri, che, nel ringraziare il prof. Barbabella per la straordinaria intuizione, ha parlato di “iniziativa cittadina storica” e di momento indimenticabile per l’Unitre di Orvieto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Flash Book Mob

Flash Book Mob - Gustavo CucciniSi è tenuta il 25 agosto, nello splendido e suggestivo scenario del parco comunale di San Venanzo, trasformato per una sera in sala di lettura a cielo aperto, la prima edizione del Flash Book Mob. A organizzare l’evento, inserito all’interno della manifestazione “Agosto sanvenanzese” promossa dall’Amministrazione Comunale, la locale sezione UNITRE. Dopo i saluti iniziali del Sindaco di San Venanzo, Marsilio Marinelli, e del Presidente dell’Associazione Nazionale UNITRE, Gustavo Cuccini, si è entrati nel vivo della serata. Molte persone di tutte le età, ciascuna con il proprio libro preferito in mano, si sono ritrovate all’interno dell’antico giardino per condividere il piacere di scoprire storie e avventure che prendono forma dalla lettura ad alta voce.  Ricco e variegato il programma delle letture, che ha spaziato dai classici ad autori contemporanei: un vero e proprio tripudio di poesie e brani in prosa, alcuni composti dagli stessi lettori. Il tutto è stato arricchito dalla dolce armonia delle note di intermezzi musicali eseguiti dai giovani allievi della Banda di San Venanzo, magistralmente diretti dal Maestro Fabio Spaccino. Molto apprezzata, a conclusione dell’evento, anche la brillante esibizione del giovane repper folignate Deven, alias Daniele Corradini. Il carattere itinerante dell’evento, inoltre, ha permesso di conoscere angoli particolari del giardino comunale, illustrati da Lucio Fringuelli: la ex residenza dei conti Faina, ora sede del municipio, la torre e i resti dell’antica chiesa e del muro di cinta di epoca medievale. Il duplice obiettivo dell’iniziativa, infatti, come ha spiegato la coordinatrice dell’evento, Francesca Valentini, è stato di creare un’occasione sia per condividere pensieri ed emozioni suscitati dalla lettura sia per promuovere la conoscenza di angoli suggestivi dell’antico borgo di San Venanzo. L’armonia di parole e suoni che si è librata nell’aria ha reso davvero magica la serata, che si è arricchita anche dei sapori dell’ottima cucina presente negli stand gastronomici allestiti in occasione della “Festa dello Sport”, organizzata dalla locale Associazione Sportiva. Grande soddisfazione per l’ottima riuscita di questa prima edizione del flash book mob è stata espressa dalla Presidente dell’UNITRE di San Venanzo, Gina Ubaldini, che ha rivolto un sentito ringraziamento a tutti i partecipanti.

Solidarietà intergenerazionale tra i banchi di scuola

L’UNITRE di Ostia antica-Roma da alcuni anni cerca di rispondere con fatti significativi, attuati sul territorio, alla domanda: “Come realizzare iniziative concrete di solidarietà intergenerazionale?”

Le risposte sono state date attraverso l’attivazione dell’Accademia di Umanità che è costituita da gruppi di Associati Unitre i quali, realizzando iniziative a servizio della collettività (volontariato in ospedale, tutela dei Beni archeologici e del patrimonio paesaggistico, ecc.) si trasformano da semplici fruitori dei Corsi formativi a protagonisti della elevazione della qualità della vita nella comunità in cui opera l’Università delle tre età.

Alcune delle attività dell’Accademia, che è diventata il cuore pulsante dell’Unitre di Ostia antica e una sua colonna portante, sono progettate e poste in essere in stretta collaborazione con la Scuola ostiense nei cui edifici ha sede l’Unitre: sugli stessi banchi di scuola studiano al mattino gli alunni dell’Istituto e al pomeriggio gli studenti adulti dell’Università delle tre età, che spesso sono i genitori o gli zii o i nonni degli alunni medesimi.

In tale contesto sono fiorite le iniziative concrete di solidarietà intergenerazionale, fra cui:

  • il progetto dell’Oasi archeologico-naturalistica realizzato in stretta collaborazione fra i ragazzi dell’Istituto e gli Associati studenti dell’Unitre;
  • – il percorso guidato di riscoperta da parte degli alunni di terza media e di valorizzazione delle arti e delle professioni artigianali con i “Maestri” dell’Unitre.

Quest’ultima iniziativa vede impegnati ogni anno docenti dei Corsi e dei Laboratori dell’Unitre di Ostia antica nel processo di trasmissione di informazioni, competenze, conoscenze del mondo artigianale dagli adulti TUTORS ai giovani studenti che vengono guidati, di concerto coi loro insegnanti, alla scoperta di interessi, di talenti, di opportunità.

Tale percorso culmina nella GIORNATA della SOLIDARIETA’ fra le GENERAZIONI, che quest’anno si è svolta il 30 Marzo u.s. e che ha suscitato, come nel precedente anno, un vero interesse  negli alunni che hanno ammirato processi produttivi e prodotti di grande qualità e che hanno ampliato i loro orizzonti anche nella ricerca e scoperta dei loro talenti.

L’iniziativa dell’Unitre, che riscuote molto successo, contribuisce all’ orientamento dei giovani e li avvicina al mondo degli adulti come testimoni di Valori, di Saperi, di Competenze che vanno valorizzate e trasmesse alle nuove generazioni.

Maria Ruffino Aprile
Consigliere nazionale Università delle tre età

La chiusura dell’Anno Accademico dell’Unitre di Alcamo

Una straordinaria chiusura dell’A.A. 2014/2015 all’UNITRE di Alcamo, impreziosita dalla presenza del Presidente nazionale prof. Gustavo Cuccini, al quale è stato fatto omaggio del testo del “Contrasto di Cielo d’Alcamo” dall’assessore alla cultura dott. Selene Grimaudo.

Lezione di Gustavo Cuccini
Lezione di Gustavo Cuccini

A seguire, “Rosa fresca aulentissima” declamata dai bravi attori Stefania Blandeburgo e Paolo La Bruna, premessa ad una de “le vie dell’amore”, tema che il Presidente Cuccini ha illustrato con tante immagini artistiche fra le quali si è mosso con la sua apprezzata magistrale conoscenza del mondo dell’Arte di ogni tempo.

La Direttrice dei corsi, Angela Papa, e la Presidente Maria Messina, con numerose diapositive hanno illustrato le attività realizzate nell’anno, ponendo l’accento soprattutto su quelle che caratterizzano l’UNITRE alcamese come A.P.S. Tra tutte:

  • il laboratorio del gruppo teatrale, che annualmente conclude con una rappresentazione aperta alla cittadinanza ed alla solidarietà verso associazioni che operano a favore di persone con difficoltà;

  • il coinvolgimento dei giovani nei corsi di informatica di base nei quali supportano la terza età con la loro perizia di “nativi digitali”;

Un momento conviviale
Un momento conviviale
  • la presenza dei giovani in varie attività al fine di perseguire l’obiettivo statutario del confronto intergenerazionale;

  • il “Centro ascolto per immigrati”, che rivolge la sua attenzione ai tanti immigrati presenti nel territorio, con corsi di alfabetizzazione, con consulenze legali, con momenti di aggregazione per promuovere l’integrazione.

La manifestazione si è conclusa con i fragorosi applausi del numeroso pubblico, indirizzati al Presidente nazionale dell’UNITRE, che per la seconda volta ci ha onorato con la sua attiva presenza e con la sua calda cordialità.

Grazie, Presidente.

UNITRE NEWS – Un progetto dell’Unitre di Terni

A partire da martedì 21 aprile 2015 a Teleterni andrà in onda, dopo i TG delle 14:30, delle 19:20 e delle 22:00

“ UNITRE NEWS”

Con l’edizione di martedì 21 ricomincia la programmazione prevista nel progetto presentato alla Regione lo scorso marzo.  52 edizioni che andranno fino a giugno 2016.

Anche quest’anno la nostra idea è stata molto apprezzata dalla commissione che ha stilato la graduatoria collocandoci, per il secondo anno consecutivo, al primo posto con 95 punti su 100. Quest’anno possiamo vantare nuove e autorevolissime adesioni al progetto, quali quelle dell’Istituto Mario Negri di Milano, istituto per la ricerca farmacologica tra i più prestigiosi al mondo diretto dal prof. Silvio Garattini, e quella della Comunità di Capodarco, comunità per anziani e disabili tra le più importanti in Italia e all’estero, per citarne solo alcune. Le adesioni sono state 21, rispetto alle 11 della scorsa stagione.

Unitre News è un TG settimanale in collaborazione con l’Università della Terza Età di Terni e con i partner che hanno aderito,  con servizi ed approfondimenti delle notizie per dar voce alle associazioni, alle cooperative e alle istituzioni che organizzano iniziative, che offrono  servizi, che contribuiscono a migliorare la condizione di vita delle persone anziane.

Il progetto nasce all’interno delle politiche per l’invecchiamento attivo che la Regione Umbria sta promuovendo secondo le direttive dell’Unione Europea.

Chiediamo, quindi a tutti coloro che vogliano segnalare notizie utili alla promozione del progetto “UNITRE NEWS” di contattare  il cell. 328 6182615 o inviare un’e-mail a: marconi26@libero.it