Tutti gli articoli di Redazione

Incontro tra l’Associazione Nazionale Unitre e la sindaca di Torino

Quest’oggi presso i prestigiosi saloni del Comune di Torino, in Piazza Palazzo di Città, l’Associazione Nazionale è stata ricevuta dalla sindaca della città Torino, Chiara Appendino. All’incontro erano presenti il Presidente Nazionale Gustavo Cuccini, il Vice Presidente Vicario Giorgio Chiosso, la Tesoriera Nazionale Marisa Occhetto ed il Dott. Simone Tosto della segreteria nazionale. Momento di presentazione ufficiale per il Presidente ed i rappresentati dell’Associazione Nazionale ed importante occasione per lo scambio di idee ed opinioni volto ad una sempre più proficua e costante collaborazione con l’amministrazione locale cui fa riferimento la Sede Nazionale.

 

RELAZIONE- Assemblea generale 2018 AGE PLATFORM EUROPE

Ai lavori  del 6-7-8 Giugno dell’ Assemblea generale di Age Platform Europe hanno partecipato dieci Organizzazioni italiane, ( quasi il dieci per cento dei membri di Age Europe che rappresenta quaranta milioni di anziani dei vari Paesi europei), coordinate dalla scrivente e intervenute in modo corale e costruttivo nei dibattiti e nei lavori di Assemblea e di gruppo.

Il primo giorno, nel corso dell’ annuale Conferenza, condotta da docenti universitari, da dirigenti della Commissione europea e dalla portavoce delle Nazioni Unite per i diritti economici, sociali e culturali,  Virginia Bras Games, è emerso che , rispetto alla Convenzione sui diritti degli anziani, dei disabili, delle donne, esiste un “gap” di informazione ( molti sconoscono le opportunità offerte dalla Convenzione ONU e dalla Carta europea dei Diritti), sia a livello di singoli individui, sia a livello di Autorità locali e di Pubbliche Amministrazioni.

E’ apparso evidente , quindi, che occorre diffondere l’ Informazione e la Formazione sui Diritti previsti dagli Organismi internazionali creando consapevolezze, facendo pressione sui decisori politici affinchè lo Stato si rapporti con la Società civile con le Organizzazioni degli anziani, monitorando le Politiche nazionali e locali per una efficace e puntuale APPLICAZIONE delle NORME esistenti a favore delle categorie più deboli, quali gli anziani, che hanno diritto alla Sanità, all’ Autodeterminazione, a Pensioni adeguate, alla Formazione permanente, all’ esercizio della Cittadinanza attiva.

Gli Stati devono recepire, ratificare e rispettare la Convenzione ONU e la Carta europea dei Diritti e in questa direzione occorre, però, il controllo dei cittadini e la loro attiva partecipazione all’ attuazione delle opportunità che esistono per la tutela e la valorizzazione delle persone diversamente giovani.

Il secondo giorno ( 7 Giugno) sono stati approvati il bilancio consuntivo 2017 e il bilancio preventivo per il 2018 e il 2019, dopo il Report presentato dalla Segretaria generale di Age Europe sulle attività svolte nel 2017/2018, con particolare riferimento a:

  • Successo riportato da Age nei confronti dell’ ONU, dove una delegazione di Age Platform Europe ha elaborato e fatto approvare l’ ultimo capitolo della Convenzione sui Diritti dei disabili e degli anziani;
  • Riconoscimento di Age Europe da parte dell’ OMS ( organizzazione mondiale della sanità) che ha inserito nel suo Programma le iniziative per la promozione dell’ Invecchiamento attivo proposte da Age anche per la tutela della ecosostenibilità ambientale, necessaria alla salute di bambini, giovani ed anziani;
  • Integrazione del cosiddetto “ Pilastro sociale”, proposto da Age per l’ accesso di tutti alla Sanità, nel Programma delle Azioni portate avanti dalla Commissione europea nell’ ambito del Semestre europeo sotto la Presidenza della Bulgaria ( in tal senso si era espressa la Vice- Ministra bulgara intervenuta la mattina del 6 Giugno alla Conferenza di Age Europe);
  • Promulgazione a livello comunitario della legge sulla “ accessibilità degli anziani e disabili a Beni e Servizi” proposta da Age Europe per facilitare la vita delle persone in difficoltà;
  • Inserimento del Programma presentato da Age alla Commissione europea nella cosiddetta “ Strategia europea 2020”;
  • Partecipazione di Age Platform Europe a sedici Progetti finanziati dalla U.E., per i quali si può consultare il Sito di Age Europe.

Su quest’ ultimo punto la delegazione italiana al termine della mattinata ha contattato Ileana Gheno, operatrice italiana, che collabora a Bruxelles con Age e che si è impegnata ad inviarci on-line informazioni con specifiche  Linee-guida per facilitare la partecipazione delle Organizzazioni e Associazioni di Age Italia ai Progetti europei.

Prima del termine dei lavori della mattinata del 7 Giugno, è stata bocciata dalla Assemblea la proposta di aumento della “quota “ per i Membri di Age Platform Europe. Dopo un acceso dibattito cui ha partecipato Age Italia, è stato ridimensionato detto incremento ed approvata stentatamente ( con la dovuta approvazione dei due terzi) la proposta di aumento del cinque per cento della quota per aderire ad Age Europe.

Nel pomeriggio della seconda giornata sui punti dell’ ordine del giorno n. 13                ( Quale futuro per l’ Europa e quale eredità culturale per le giovani generazioni) e n. 14 ( Adozione della Dichiarazione finale “ Manifesto di Age per le elezioni del 2019), la delegazione di Age Italia ha dato un forte contributo con gli interventi che erano stati programmati e concordati esplicitandoli nei DOCUMENTI,( elaborati in gruppo ed inviati, prima della Assemblea,  sia a Bruxelles, sia ai componenti di Age Italia) che sono stati illustrati all’ Assemblea.

In particolare, è stato proposto da Age Italia un NETWORK per favorire il confronto di idee, esperienze, leggi, iniziative presenti nei diversi Paesi europei in ordine a Strategie e Contenuti per favorire l’ Invecchiamento attivo e da potere convogliare anche a livello europeo.

La proposta ha fatto registrare molti consensi e adesioni che dovranno poi concretizzarsi  negli incontri da fare su tale tema con i rappresentanti delle Organizzazioni degli altri Paesi europei aderenti all’ iniziativa, apprezzata anche dai vertici di Age Europe.

La Dichiarazione finale con il Manifesto per le elezioni 2019, nella quale era stato inserito uno specifico paragrafo sulla Formazione permanente e sulla promozione dell’  Invecchiamento attivo, è stata approvata a stragrande maggioranza.

Giorno 8 Giugno si sono svolti i lavori di gruppo sui temi di :

isolamento sociale, incontinenza e cure per gli anziani non autonomi, abusi e discriminazioni finanziarie.

Age Italia ha preso parte attiva ai lavori di gruppo e nei tre giorni si è connotata per la coesione e il proficuo contributo dato alle attività dell’ Assemblea, come unanimemente riconosciuto.

Maria Ruffino Aprile

ATTESTATO CITTADINANZA BENEMERITA ALLA PRESIDENTE UNITRE COLLEGNO

Venerdi 1 Giugno 2018 presso il Comune di Collegno (To) la Presidente dell’Unitre di Collegno Rosanna Dogliani ha ricevuto dalle istituzioni locali l’attestato di Cittadinanza Benemerita 2018.

Il Presidente Nazionale Gustavo Cuccini, attraverso una lettera indirizzata alla Presidente Unitre Collegno, ha espresso le congratulazioni dell’Associazione Nazionale.

Ecco la  Locandina dell’evento.

TRENTENNALE DELLA FONDAZIONE DELLA SEDE UNITRE DI GROSSETO

Sabato 19 maggio, in occasione del Trentennale della fondazione della Sede Unitre Grosseto, si è tenuto presso il prestigioso Hotel Terme Marine “Leopoldo II” di Marina di Grosseto il Convegno Interregionale Unitre dal titolo: “La Grande Guerra”.

Ha aperto i lavori la storica Presidente dell’Unitre di Grosseto Giuseppina Scotti che ha salutato i presenti e ripercorso brevemente la storia della Sede di Grosseto, di cui è cofondatrice sin dal gennaio 1988 quando, su iniziativa del prof. Italo Valassina e una ventina di volontari, nacque la locale Associazione della Università della Terza Età, poi rinominata delle Tre Età, proprio per sottolineare l’aspetto intergenerazionale che la distingue. La Associazione ha visto una costante crescita negli anni, per superare quest’anno il traguardo dei 400 soci.

E’ intervenuto poi il Vicepresidente Vicario Nazionale Giorgio Chiosso che ha espresso i suoi complimenti per il magnifico programma e per la trentennale e intelligente opera di volontariato; ha portato ai convenuti i saluti dell’Unitre Nazionale e del suo Presidente Gustavo Cuccini, consegnando alla Presidente Unitre Grosseto e Consigliera Unitre Nazionale Giuseppina Scotti una targa del Presidente Nazionale, attestante l’affettuosa amicizia e stima profonda per la Presidente e per l’Unitre grossetana.

Con moderatore il giornalista Franco Esposito sono seguiti gli interessanti interventi dei relatori in programma: prof. Franco Bozzi, prof.ssa Cecilia Moretti, prof. Vinicio Serino, dott. Edoardo Milesi, prof.ssa Alessandra Migliorati, prof.ssa Tamara Gigli.

A integrazione del congresso una esposizione di dipinti ed elaborati dei soci studenti sul tema della Grande Guerra, tutti interessanti e molti pregevoli.

Nel pomeriggio esibizione di coro, balli, recitazione e poesia a cura dei soci della Sede Unitre; tutti apprezzati con entusiasmo.

I festeggiamenti si sono conclusi con la cena di gala, in un ambiente elegante e raffinato, in un’atmosfera conviviale e di amicizia.

Di seguito alcune immagini del Convegno e della successiva festa di chiusura dell’Anno Accademico:

Grosseto 1805 (3)Grosseto 1805 (4)Grosseto 1805 (2)

Firma Protocollo di Intesa MIUR – Unitre Nazionale

In data 3 Maggio 2018 è stato firmato il Protocollo di Intesa per l’ Alternanza Scuola- Lavoro ( Legge n. 107/2015) fra Unitre Nazionale e Ministero dell’ Istruzione, Università e Ricerca nella sede della Direzione generale Lazio, a Roma.

Il Protocollo, che era stato elaborato dalla Consigliere Nazionale Unitre, Maria Ruffino, in accordo con la suddetta Direzione, è stato siglato dalla stessa Consigliere su delega del Presidente Nazionale Unitre, Gustavo Cuccini che aveva espresso una valutazione positiva sul testo del Protocollo medesimo.

Infatti esso si richiama alla finalità statutaria di solidarietà intergenerazionale promuovendo in collaborazione con le Scuole secondarie di secondo grado attività laboratoriali e formative per trasmettere ai giovani competenze in vari ambiti.

32087138_1702148326539814_3778983398370967552_n

La valenza culturale e istituzionale della stipula del Protocollo risalta anche ai fini del riconoscimento della Unitre come Ente di formazione.

Lo stesso potrà costituire, inoltre, il “ prototipo” per la stipula di altri Protocolli di Intesa nelle altre Regioni italiane.

25° anno attività Sede Unitre Acquasparta

La sede Unitre di Acquasparta compie quest’anno il suo 25° anno di attività,  il 20° come sede autonoma. La sua crescita umana, relazionale, culturale, sociale nell’ambito cittadino è ormai riconosciuta. In questo anno accademico abbiamo organizzato, oltre alle attività consuete, tre eventi che hanno avuto discreto successo e dei quali siamo orgogliosi, e desideriamo pertanto  portarli a conoscenza dei lettori della nostra rivista.

Il primo evento è stato una lettura teatrale, composta dal nostro iscritto Renato Bartolucci, dal titolo Il fuoco di don Lorenzo,  che ha cercato di ricostruire le tappe salienti del percorso umano e pedagogico di Don Lorenzo Milani, di cui ricorreva il cinquantesimo anniversario della scomparsa. La realizzazione dell’evento ha visto accanto all’Unitre la collaborazione di altre associazioni locali, come la Bottegart, del maestro Paolo Manetti, e degli attori dilettanti che lavorano agli eventi dell’Ente Rinascimento.

loca-don-lorenzo28ott17

Il secondo evento, legato al progetto Unitre nazionale “Cinericordi”, ha studiato e comunicato in un Convegno aperto al pubblico il risultato delle ricerche su due film girati nella nostra cittadina negli anni 1952-1953, Infame Accusa e Tormento di anime, con il coinvolgimento dei testimoni e di alcune comparse che parteciparono all’epoca alla realizzazione dei film stessi. Abbiamo cercato di restituire in questo modo alla città dei ricordi che già cominciano a sbiadire nella memoria di coloro che parteciparono, soprattutto nel secondo film, in modo quasi collettivo all’impresa, nell’atmosfera vivace e nel desiderio comune di ricostruzione dopo gli orrori della guerra.

A quest’ultima e alla sua orrenda presenza nel nostro comune è stata dedicata la lezione Unitre del 24 aprile, che ha ospitato testimonianze di persone, giovanissime all’epoca, ma ben capaci di comprendere e testimoniarne le atrocità e le paure. Una testimone, Adalgisa Raggi, ormai novantaduenne, ma piena di spirito, ha partecipato direttamente alla lezione, che voleva essere il nostro modo di celebrare il 25 aprile.