UNITRE DI PECETTO TORINESE SINGALONG – CANTIAMO INSIEME

Da molti anni un gruppo di signore si incontrano per cantare all’unisono canzoni italiane, francesi, inglesi, tedesche, spagnole e russe tutte in lingua originale, accompagnate al pianoforte dalla docente inglese Janet Brown.

Il canto è accessibile a tutti e rappresenta  un antidoto allo stress, alle preoccupazioni quotidiane e permette di sperimentare capacità creative ed espressive individuali e di gruppo.

Un giorno, il regista Davide Ferrario, in attesa del bus che da Pecetto Torinese  l’avrebbe trasportato  a Torino, sente un “canto celestiale” e incuriosito si affaccia al  luogo dove le nostra “cantanti” si esibiscono con la famosissima canzone “Il cielo in una stanza”.

Il regista Ferrario, sta girando per l’italia con il poeta paesologo Franco Arminio per cogliere attimi di vita quotidiana, situazioni  ordinarie,  incontrare la gente, scoprire luoghi  per il prossimo film “Nuovo Cinema Paralitico” e trasmettere giornalmente “piccoli episodi” di due o tre minuti  tramite RAI Cinema.

Nei giorni successivi incontra la nostra Presidente e chiede di poter filmare il gruppo mentre cantano la canzone di Gino Paoli e così dopo pochi giorni una troupe cinematografica arriva nella nostra Unitre, con cavalletti e macchine e come nei  film il regista da il “ciak” di inizio.

foto 4

Le nostre  associate sono emozionate, ma felici di questa esperienza unica ed inaspettata e con la foga di sempre cantano, tre, quattro volte con sempre maggior intonazione la canzone prescelta.

foto 1

foto 3

Ringraziamo il regista Davide Ferrario per la sua sensibilità e  per aver colto lo spirito amichevole e gioioso delle nostre associate che frequentano l’Università delle Tre Età auspicando  di poterlo incontrare nuovamente anche in veste di scrittore e critico cinematografico.

Pecetto Torinese, 29 Gennaio 2019

 

Annunci

Punto Arte

Quando parliamo di Arte sappiamo perfettamente cosa intendiamo? Quante volte ci siamo chiesti cosa sia davvero Arte e cosa, invece, sia una presa in giro da parte del mercato e dei critici… che a volte, diciamolo pure, tanto critici non sono.

2012_NYR_02594_0024_000(emil_nolde_herbsthimmel_am_meer).jpg
Emil Nolde

Questa rubrica prettamente culturale e divulgativa nasce con uno scopo ben preciso. Conoscere l’Arte nelle sue diverse declinazioni, da quelle più classico-antiche a quelle contemporanee. Un viaggio attraverso l’Arte è l’unico modo che abbiamo per poter indagare questo mondo affascinante e poter sviluppare una nostra sensibilità.

 

La rubrica nasce con la voglia di essere un punto di aggregazione e di condivisione sia per gli appassionati sia per chi vorrebbe via via conoscere sempre più questo aspetto così interessante dell’espressione umana. Inoltre, si vuole creare un appuntamento che non sia statico e monolitico; tutti coloro che hanno il desiderio di approfondire un argomento o di conoscere un aspetto nuovo possono interagire nei commenti (sia in questa sede sia nella pagina ufficiale di Facebook di UNITRE). Tutti i post verranno pubblicati con il seguente hashtag: #puntoarte in modo che sia facile recuperarli nei diversi canali a disposizione.

Nei prossimi mesi si potrebbero trovare articoli di critica artista, di divulgazione e di considerazioni sul panorama artistico attuale e non solo. Non si seguirà un particolare percorso ma gli argomenti potrebbero essere completati in più articoli, in modo da non dover “sopportare” scritti troppo lunghi e per aver maggior spazio di condivisione.

Chiunque voglia contribuire alla riuscita di questa rubrica con contributi o idee è invitato a scrivere un’email al seguente indirizzo: d.frezzato@unitre.net

Ci diamo appuntamento nei prossimi giorni con il primo articolo dedicato a questo viaggio che spero possa appassionarci sempre più.

Pietro_Perugino_cat48f.jpg
Piero Perugino