Solidarietà intergenerazionale tra i banchi di scuola

L’UNITRE di Ostia antica-Roma da alcuni anni cerca di rispondere con fatti significativi, attuati sul territorio, alla domanda: “Come realizzare iniziative concrete di solidarietà intergenerazionale?”

Le risposte sono state date attraverso l’attivazione dell’Accademia di Umanità che è costituita da gruppi di Associati Unitre i quali, realizzando iniziative a servizio della collettività (volontariato in ospedale, tutela dei Beni archeologici e del patrimonio paesaggistico, ecc.) si trasformano da semplici fruitori dei Corsi formativi a protagonisti della elevazione della qualità della vita nella comunità in cui opera l’Università delle tre età.

Alcune delle attività dell’Accademia, che è diventata il cuore pulsante dell’Unitre di Ostia antica e una sua colonna portante, sono progettate e poste in essere in stretta collaborazione con la Scuola ostiense nei cui edifici ha sede l’Unitre: sugli stessi banchi di scuola studiano al mattino gli alunni dell’Istituto e al pomeriggio gli studenti adulti dell’Università delle tre età, che spesso sono i genitori o gli zii o i nonni degli alunni medesimi.

In tale contesto sono fiorite le iniziative concrete di solidarietà intergenerazionale, fra cui:

  • il progetto dell’Oasi archeologico-naturalistica realizzato in stretta collaborazione fra i ragazzi dell’Istituto e gli Associati studenti dell’Unitre;
  • – il percorso guidato di riscoperta da parte degli alunni di terza media e di valorizzazione delle arti e delle professioni artigianali con i “Maestri” dell’Unitre.

Quest’ultima iniziativa vede impegnati ogni anno docenti dei Corsi e dei Laboratori dell’Unitre di Ostia antica nel processo di trasmissione di informazioni, competenze, conoscenze del mondo artigianale dagli adulti TUTORS ai giovani studenti che vengono guidati, di concerto coi loro insegnanti, alla scoperta di interessi, di talenti, di opportunità.

Tale percorso culmina nella GIORNATA della SOLIDARIETA’ fra le GENERAZIONI, che quest’anno si è svolta il 30 Marzo u.s. e che ha suscitato, come nel precedente anno, un vero interesse  negli alunni che hanno ammirato processi produttivi e prodotti di grande qualità e che hanno ampliato i loro orizzonti anche nella ricerca e scoperta dei loro talenti.

L’iniziativa dell’Unitre, che riscuote molto successo, contribuisce all’ orientamento dei giovani e li avvicina al mondo degli adulti come testimoni di Valori, di Saperi, di Competenze che vanno valorizzate e trasmesse alle nuove generazioni.

Maria Ruffino Aprile
Consigliere nazionale Università delle tre età

AGE Platform Europe: una presentazione

È una rete europea che coinvolge cento sessantacinque organizzazioni per le persone adulte, promuovendo il benessere di centocinquanta milioni di cittadini europei senior.

Lo scopo fondamentale di Age Platform Europe è quello di costruire una Unione europea per tutte le età interloquendo con il Parlamento e la Commissione europea, affinchè siano adottate politiche in Europa e negli Stati aderenti, capaci di assicurare alle persone anziane la fruizione dei Diritti umani senza discriminazione alcuna nonchè l’ accesso a Beni e Servizi pubblici nell’ ottica della cooperazione fra le generazioni.

L’ Unitre, inserita in Age da oltre cinque anni, è impegnata a fare assumere ad Age Platform Europe AZIONI CONCRETE per conseguire le finalità suesposte e per dare maggiore risalto alle tematiche inerenti il lifelong learning e l’ accesso gratuito al l’apprendimento per tutte le età.

Infatti, nell’ ultimo documento, approvato all’ unanimità dall’ Assemblea Generale di Age a Bruxelles il 2 Dicembre la consigliere nazionale, Maria Ruffino , delegata dal Presidente Cuccini, ha fatto inserire un intero paragrafo, specifico, per la promozione della formazione permanente, impegnando in tale direzione le politiche europee.

In Italia esiste un coordinamento nazionale di Age Platform Europe, a cui l’ Unitre partecipa molto attivamente. Esso si riunisce periodicamente a Roma per favorire l’attuazione in Italia del programma di Age Platform Europe e proporre alla stessa linee strategiche ed attività mirate al conseguimento delle finalità statutarie, nonché per interloquire con le Istituzioni italiane sui temi della salute, sicurezza, solidarietà, cittadinanza attiva, formazione permanente e Diritti umani.

Maria Ruffino Aprile