Unitre Amelia – Convegno Cinericordi

Continua la collaborazione con le ricercatrici delle Università di  Oxford Brookes, Bristol ed Exeter per la diffusione del portale on line sul consumo cinematografico anni ‘50.

Nell’ambito delle attività culturali dell’Associazione Nazionale, l’Unitre di Amelia ha organizzato un evento per il 26 Marzo p.v. nella Biblioteca Comunale, seguiranno nel mese di maggio gli incontri con le Sedi di Pecetto Torinese, Saronno e Castellazzo Bormida.

Buona visione!

Amelia Convegno Cinericordi 26_03_2019.jpg

Annunci

San Venanzo – Concorso di poesia e narrativa “Saverio Marinelli” V edizione

“….CE L’HO FATTA !….” ( Saverio)
Aperto a studenti e adulti GRATUITAMENTE
POESIA E NARRATIVA: Tema libero
5° Edizione

SAN VENANZO – L’Unitre di San Venanzo (Terni), in collaborazione con la Pro Loco di San Venanzo e con il patrocinio del Comune di San Venanzo, bandisce la quinta edizione del Concorso di Poesia e Narrativa in memoria di Saverio Marinelli dal titolo: Concorso di poesia e narrativa “Saverio Marinelli”.

Il Concorso, nel ricordo di Saverio, è volto a promuovere tra i giovani valori di amicizia, solidarietà, rispetto dell’altro e gioia di vivere sui quali improntare il proprio stile di vita. L’obiettivo è suscitare il piacere della scrittura e della lettura mediante la poesia e il racconto, per vivere emozioni e sentimenti nuovi.

Il concorso, la cui partecipazione è GRATUITA, è suddiviso nelle categorie studenti e adulti ed è rivolto a tutti, soprattutto agli studenti delle Scuole di ogni ordine e grado. 

BANDO Concorso Letterario Saverio Marinelli 2019

Per ogni informazione telefonare al numero 3396829672 o inviare una mail all’indirizzo unitre_sanvenanzo@libero.it.

(il regolamento è consultabile anche sul sito del Comune di San Venanzo www.comune.sanvenanzo.tr.it e alla pagina facebook Unitre San Venanzo)

 

 

UNITRE DI PECETTO TORINESE SINGALONG – CANTIAMO INSIEME

Da molti anni un gruppo di signore si incontrano per cantare all’unisono canzoni italiane, francesi, inglesi, tedesche, spagnole e russe tutte in lingua originale, accompagnate al pianoforte dalla docente inglese Janet Brown.

Il canto è accessibile a tutti e rappresenta  un antidoto allo stress, alle preoccupazioni quotidiane e permette di sperimentare capacità creative ed espressive individuali e di gruppo.

Un giorno, il regista Davide Ferrario, in attesa del bus che da Pecetto Torinese  l’avrebbe trasportato  a Torino, sente un “canto celestiale” e incuriosito si affaccia al  luogo dove le nostra “cantanti” si esibiscono con la famosissima canzone “Il cielo in una stanza”.

Il regista Ferrario, sta girando per l’italia con il poeta paesologo Franco Arminio per cogliere attimi di vita quotidiana, situazioni  ordinarie,  incontrare la gente, scoprire luoghi  per il prossimo film “Nuovo Cinema Paralitico” e trasmettere giornalmente “piccoli episodi” di due o tre minuti  tramite RAI Cinema.

Nei giorni successivi incontra la nostra Presidente e chiede di poter filmare il gruppo mentre cantano la canzone di Gino Paoli e così dopo pochi giorni una troupe cinematografica arriva nella nostra Unitre, con cavalletti e macchine e come nei  film il regista da il “ciak” di inizio.

foto 4

Le nostre  associate sono emozionate, ma felici di questa esperienza unica ed inaspettata e con la foga di sempre cantano, tre, quattro volte con sempre maggior intonazione la canzone prescelta.

foto 1

foto 3

Ringraziamo il regista Davide Ferrario per la sua sensibilità e  per aver colto lo spirito amichevole e gioioso delle nostre associate che frequentano l’Università delle Tre Età auspicando  di poterlo incontrare nuovamente anche in veste di scrittore e critico cinematografico.

Pecetto Torinese, 29 Gennaio 2019

 

Punto Arte

Quando parliamo di Arte sappiamo perfettamente cosa intendiamo? Quante volte ci siamo chiesti cosa sia davvero Arte e cosa, invece, sia una presa in giro da parte del mercato e dei critici… che a volte, diciamolo pure, tanto critici non sono.

2012_NYR_02594_0024_000(emil_nolde_herbsthimmel_am_meer).jpg
Emil Nolde

Questa rubrica prettamente culturale e divulgativa nasce con uno scopo ben preciso. Conoscere l’Arte nelle sue diverse declinazioni, da quelle più classico-antiche a quelle contemporanee. Un viaggio attraverso l’Arte è l’unico modo che abbiamo per poter indagare questo mondo affascinante e poter sviluppare una nostra sensibilità.

 

La rubrica nasce con la voglia di essere un punto di aggregazione e di condivisione sia per gli appassionati sia per chi vorrebbe via via conoscere sempre più questo aspetto così interessante dell’espressione umana. Inoltre, si vuole creare un appuntamento che non sia statico e monolitico; tutti coloro che hanno il desiderio di approfondire un argomento o di conoscere un aspetto nuovo possono interagire nei commenti (sia in questa sede sia nella pagina ufficiale di Facebook di UNITRE). Tutti i post verranno pubblicati con il seguente hashtag: #puntoarte in modo che sia facile recuperarli nei diversi canali a disposizione.

Nei prossimi mesi si potrebbero trovare articoli di critica artista, di divulgazione e di considerazioni sul panorama artistico attuale e non solo. Non si seguirà un particolare percorso ma gli argomenti potrebbero essere completati in più articoli, in modo da non dover “sopportare” scritti troppo lunghi e per aver maggior spazio di condivisione.

Chiunque voglia contribuire alla riuscita di questa rubrica con contributi o idee è invitato a scrivere un’email al seguente indirizzo: d.frezzato@unitre.net

Ci diamo appuntamento nei prossimi giorni con il primo articolo dedicato a questo viaggio che spero possa appassionarci sempre più.

Pietro_Perugino_cat48f.jpg
Piero Perugino

A Ferrandina l’Unitre gioca con la matematica!

L’Unitre di Ferrandina (MT) organizza

                                   L’UNITRE GIOCA CON LA MATEMATICA                                       insieme a LEONARDO da VINCI ed ai ragazzi delle Scuole dell’Infanzia, Primaria, Secondarie di I e II  grado.

Nell’ambito dei giochi, si svolgerà il

1° Campionato Nazionale di Matematica Ricreativa

per iscritti alle Unitre,

il cui intento culturale è quello di divulgare l’aspetto divertente dell'”odiata matematica” con un momento d’incontro che coinvolga tutta la città.

Partecipate anche voi!

vedi il programma della manifestazione

scarica la scheda di iscrizione

guarda il bando e la presentazione

 

 

Unitre Tolentino – “Tracce”, un cortometraggio Alle Origini della Gioia

Sussistono le operazioni di solidarietà nelle zone del cratere del sisma che ha colpito le Marche, talvolta anzi riprendono nuova e insperata vita le iniziative intraprese per riconsolidare la comunità.

È il caso di Tolentino, dove la locale UNITRE, Università delle Tre Età, aveva prodotto nell’ottobre del 2017, in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Macerata, un cortometraggio intitolato “Tracce”. In esso si rappresentava come la forza di una città possa prevalere su quella del sisma.

Ma la potenzialità del filmato non era ancora esaurita: questo ottobre, infatti, per volontà unanime di quanti lo avevano ideato e costruito, il video ha partecipato al concorso internazionale “Corti di Lunga Vita” sul tema “Alle Origini della Gioia”, indetto dalla rivista “Cinquanta e Più”, la cui giuria era presieduta dal noto regista Pupi Avati.

Per adeguarsi alle regole del concorso, è stato necessario un nuovo montaggio da parte dei curatori: Marco Conti e Saverio Serini; ma la pregnanza polivalente del testo, la bellezza esclusiva delle immagini e delle riprese hanno esplicitato ulteriori possibili letture inerenti al tema del concorso: la fonte della gioia è là dove una città ferita dal sisma, trova la forza di rinascere e la fonte della gioia è anche là dove una generazione riesce a trasmettere all’altra i valori fondanti della civica convivenza. (Nel trama c’è una microstoria protagonisti un nonno e un nipote)

“Tracce” è stato giudicato dalla giuria del concorso degno di figurare tra gli otto finalisti sui 78 partecipanti.

Guarda il video

 

Auguri di Natale dal Presidente Cuccini

 

Ai Consiglieri Nazionali,  ai Presidenti delle Articolazioni Territoriali e ai loro Direttivi, ai Docenti, ai Volontari, agli Associati UNITRE tutti,

amici carissimi,

nell’imminenza delle prossime festività rivolgo a Voi e alle Vostre famiglie i più affettuosi e sentiti auguri per un sereno Natale e per un felice e prospero Anno nuovo.

   Vi sento tutti particolarmente vicini per i forti legami di affetto e di stima che fra noi si sono instaurati in questi miei anni di Presidenza nazionale e Vi ringrazio tutti di cuore per la generosa e intelligente opera di volontariato che offrite nella nostra Associazione e per il messaggio di educazione permanente e di umanissima socialità che sapete portare all’esterno in un mondo che sempre con più attenzione ci guarda.

    Grazie per il sostegno che finora mi avete dato e che sono certo vorrete darmi nel delicato passaggio che particolari disposizioni legislative ora ci impongono.

    Per la cortesia dei Vostri inviti ho visitato per l’Italia tante Sedi nei momenti celebrativi e nel quotidiano delle loro attività formative e ludiche:                                                              a contatto con il mondo variegato e straordinariamente operoso delle realtà territoriali bene ho sperimentato come qui veramente si vivano, nelle difficoltà e nelle gratificazioni quotidiane, i valori che ci guidano nel nostro essere UNITRE.

   Questo è il primo Natale che passiamo senza la nostra amata  Presidente Irma Maria Re: a Lei, e a tutte le amiche e gli amici che ci hanno lasciato nel tempo, un pensiero particolare di affetto e di riconoscenza.

   Da parte mia desidero parteciparVi i sentimenti della mia gratitudine per i tesori immensi di amicizia e affetto, e di interiore soddisfazione che fin dall’inizio del mio incarico mi avete offerto.

      Tutti Vi abbraccio augurandovi ogni bene.

      Buon Natale, felice Anno Nuovo

          Gustavo Cuccini                                                                                                          Presidente Nazionale UNITRE